sacrifici umani

si torna ai Sacrifici Umani

Categoria:  Articolo

22 Ottobre 2021

a) il vaccino uccide

Questo è un fatto ormai accertato. Non una, non due, non qualcuna: decine di migliaia di persone ormai sono state UCCISE dal vaccini anticovid. Uccise, nel senso che erano sane, hanno fatto il vaccino e sono morte, uccise dal vaccino. È un fatto, è scientificamente provato. Anche se non viene detto e si cerca di zittire chi lo dice, è un fatto ed è provato al di là di qualsiasi dubbio. Quindi mettiamocela via: il vaccino uccide, punto.

b) il vaccino salva vite?

Diciamo che uno vuole uscire di casa, ma arrivo io e lo prendo a botte costringendolo a restare in casa. Dopodiché affermo: ecco, gli ho salvato la vita, perché se usciva poteva venire investito da un autobus. Il vaccino fa esattamente questo: ti riempie di botte, ti crea danni, piccoli per alcuni, grandi per altri, qualcuno lo uccide proprio di botte, e parte la narrativa che avrebbe salvato qualche vita perché “se uscivano di casa magari venivano investiti dall’autobus”.

Questa è una ipotesi e non può che restare per sempre una ipotesi. Affermare “la avrebbe presa in forma più pesante” o “altrimenti sarebbe morto” è affermare una ipotesi senza alcun fondamento. Non si può sapere se una persona avrebbe preso una data malattia, non si può sapere se la avrebbe presa in forma più pesante, leggera, o per niente. Si può ipotizzarlo, si possono fare dei calcoli statistici che indicano una probabilità, ma non si può saperlo. Chi afferma di saperlo pensa di avere poteri magici di divinazione, coi quali può vedere linee temporali alternative di altre dimensioni. Insomma, non è uno scienziato, è il mago Otelma.

c) l’obbligo è un sacrifico umano

Assodato che questa vaccinazione danneggia e uccide, obbligare tutti, ma anche soltanto qualcuno, a subire questo trattamento è di fatto un omicidio premeditato. E quando si ammazzano persone per “un bene più grande” stiamo parlando di sacrifici umani. Condannare a morte delle persone per l’ipotesi – un’ipotesi statistica, nemmeno un dato di fatto – che questo ne possa salvare altri è precisamente ritornare alla pratica dei sacrifici umani per ottenere un buon raccolto o per placare l’ira degli dei. Non è chi rifiuta questa deriva barbarica ad essere incivile, contrario alla scienza e alla razionalità, è chi la appoggia che sta abbracciando una visione irrazionale, antiscientifica, ma soprattutto incivile. Chi sostiene l’obbligo di queste vaccinazioni assassine di fatto lotta per reintrodurre pratiche barbariche che la nostra civiltà ha archiviato da secoli: i sacrifici umani.

Stefano Re
condividi sui social

Libri di Stefano Re:

» Isole  |  Libro  | 07/05/15

Ho vissuto ogni genere di minuto. Minuti che corrono, minuti infiniti: me li sono lasciati dietro. Ho perso il senso del tempo, o forse lui ha perso me. Non so che ore siano, che giorno sia. So che è notte perché fuori dai vetri la nebbia è illuminata dai lampioni, tutto qui. Mi basta. Non mi ser...

» Identità Zero  |  Libro  | 06/05/15

Mindfucking3, Identità Zero è un saggio di Stefano Re. Per chi ha già analizzato nel libro Mindfucking, come fottere la mente, le tecniche più efficaci e le dinamiche più comuni con cui si creano, modificano e gestiscono la percezione di Realtà e Identità, è venuto il momento di passare oltr...

» Mindfucking  |  Libro  | 06/05/15

Mindfucking è un saggio di Stefano Re. Negli ambienti di lavoro o nei sentimenti, in famiglia o tra amici, al bar come a scuola, c'è sempre chi sta agendo per manipolare la nostra mente. Esistono vere e proprie strategie studiate per ottenere questi risultati, strategie applicate dai più vari sog...

FemDom, preludio all'estinzione del maschio è un saggio di Stefano Re. Una spietata, arrogante e dichiaratamente semplicistica ma tuttavia originale rilettura della storia del genere umano in tutte le sue sfaccettature travestita da saggio di psicologia / biologia / sessualità (che sessuologia fa ...


Vai al Blog  Vai


22 Settembre 2022

Il mio parere sul voto: può fornire un argine alla deriva autoritaria in atto, ma non può invertirla né salvarci. La vera lotta si combatte abbandonando un sistema malato: nelle nostre menti, nelle nostre anime, sul nostro territorio.

I rincari delle bollette puniscono chi non aveva accettato il mercato libero, ma portano a fallire le imprese minori che lo hanno gestito. Risultato? Meno tutele per l’utenza, pochi grandi attori a dominare e un passo verso il GreatReset

Mediatore percettivo ormai obbligatorio, lo smartphone sfruttando comodità, semplificazione, immediatezza e costante presenza, si presenta come servo ma diventa un padrone tiranno ed assillante.


» Tutti i post del blog