The Lobster (2015)

Categoria:  Recensione

5 Dicembre 2019

di Yorgos Lanthimos

con Colin Farrell, Rachel Weisz

Colin Farrell sembra essersi specializzato in film kafkiani. In questa soffocante opera di Yorgos Lanthimos si rimane in apnea gran parte del tempo, oppressi dalle regole folli di due società contrapposte che alternativamente obbligano o vietano i rapporti di coppia e soprattutto l’amore, gareggiando in ferocia nella punizione per i trasgressori. Gli unici momenti di respiro sono trasgressioni segrete inevitabilmente sanzionate da atroci retribuzioni. La trasformazione degli esseri umani in animali e il rito sacrificale della caccia, come anche la vista limitata della protagonista femminile, ricalcano altrettanti fantasmi ricorrenti per questo regista, simboli e metafore evocative nel suo disegnare il mondo e i rapporti umani. E il disegno è ben definito: un’orgia di ipocrisia e di ordinata, organizzata negazione della più semplice libertà umana, quella di amare senza regole. Il messaggio appare tanto limpido quanto sconfortante: qualsiasi società, qualsiasi gruppo, non può che temere e demolire la potenza intrinseca nella capacità di amare in modo libero propria degli individui. Dovrà quindi costringerla con ogni mezzo, anche il più bieco e feroce, dentro schemi e regole e divieti che la snaturano, la depotenziano, ne disinnescano la forza trasformandola in un dovere canonico, noioso, ipocrita. La scena finale, la decisione che deve esser presa, riassume e riporta sul singolo lo stesso dilemma dei gruppi: amare davvero e affrontare i danni permanenti che comporta o fingere soltanto, recitare una parte e perderne la potenza? Ciascuno deve deciderlo, da solo.

Kafkiano

Stefano Re
condividi sui social
Tag:   • | |

Libri di Stefano Re:

» Isole  |  Libro  | 07/05/15

Ho vissuto ogni genere di minuto. Minuti che corrono, minuti infiniti: me li sono lasciati dietro. Ho perso il senso del tempo, o forse lui ha perso me. Non so che ore siano, che giorno sia. So che è notte perché fuori dai vetri la nebbia è illuminata dai lampioni, tutto qui. Mi basta. Non mi ser...

» Identità Zero  |  Libro  | 06/05/15

Mindfucking3, Identità Zero è un saggio di Stefano Re. Per chi ha già analizzato nel libro Mindfucking, come fottere la mente, le tecniche più efficaci e le dinamiche più comuni con cui si creano, modificano e gestiscono la percezione di Realtà e Identità, è venuto il momento di passare oltr...

» Mindfucking  |  Libro  | 06/05/15

Mindfucking è un saggio di Stefano Re. Negli ambienti di lavoro o nei sentimenti, in famiglia o tra amici, al bar come a scuola, c'è sempre chi sta agendo per manipolare la nostra mente. Esistono vere e proprie strategie studiate per ottenere questi risultati, strategie applicate dai più vari sog...

FemDom, preludio all'estinzione del maschio è un saggio di Stefano Re. Una spietata, arrogante e dichiaratamente semplicistica ma tuttavia originale rilettura della storia del genere umano in tutte le sue sfaccettature travestita da saggio di psicologia / biologia / sessualità (che sessuologia fa ...


Vai al Blog  Vai


16 Settembre 2021

Lettera aperta ai colleghi delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate. Lo Stato di Diritto è sotto attacco. È tempo di decidere se reagire o subire la trasformazione: da liberi cittadini a schiavi di un sistema neofeudale.

6 Settembre 2021

Liberarsi dai vincoli della paura, rivendicare propria autonomia decisionale, prendere coscientemente possesso della propria identità: i passi necessari per opporsi al ricatto imposto dal pensiero alveare.

4 Settembre 2021

il governo lavora per rendere la vita un inferno ad un quarto della popolazione. Milioni di cittadini discriminati, perseguitati e stabilmente privati dei loro diritti politici e civili. Come ebrei sotto il nazismo.


» Tutti i post del blog