The Arrival (2017)

Categoria:  Recensione

23 Maggio 2018

di Denis Villeneuve

con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker

Una volta tanto gli alieni non vengono per minacciarci, ma per insegnarci qualcosa. Un po’ troppo, in effetti, rispetto a quello che siamo pronti a ad accettare. Condizione che temo valga sia per i personaggi del film che per gli spettatori. Per dire, vi siete mai domandati che senso avrebbero concetti come “avanti” o “indietro” per creature dalla struttura biologica radiale? E di conseguenza, che modello di “tempo” e che tipo di linguaggio svilupperebbero? Beh, se non vi è già venuto mal di testa, potete provarci, a gustare il film. Altrimenti, accontentatevi dei momentini di tensione e la prossima volta noleggiatevi “Indipendence day.” Ah, il racconto da cui è tratto, che si intitola “Story of your life”, è di Ted Chiang ed è stupendo proprio.

Sconfinato

Stefano Re
condividi sui social
Tag:   •

Vai al Blog  Vai


26 Maggio 2020

Lo abbiamo visto nel 1939 e lo vediamo oggi: quando la scienza diventa scientismo, un fanatismo dogmatico fondato sul terrore, gli esiti sono catastrofici: scompaiono diritti, dignità e umanità. Il “bene di tutti” diventa il bene di nessuno.

11 Maggio 2020

Come davvero cambiamo idea, nonostante tutte le balle che ci raccontiamo per illuderci di non stare ubbidendo, senza saperlo, fondamentalmente, a noi stessi. Con qualche aiutino.

8 Maggio 2020
Un cittadino esprime il suo dissenso, in modo non violento, coerente, senza creare danni a nulla e nessuno. Viene arrestato, sedato, rinchiuso in un ospedale psichiatrico e legato al letto quando cerca di liberarsi del catetere che gli infilano nell...

» Tutti i post del blog