Array ( [post_type] => Array ( [0] => event ) [s] => )

object(WP_Query)#8734 (50) { ["query"]=> array(1) { ["date_query"]=> array(3) { ["after"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "01" } ["before"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "30" } ["inclusive"]=> bool(true) } } ["query_vars"]=> array(64) { ["date_query"]=> array(3) { ["after"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "01" } ["before"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "30" } ["inclusive"]=> bool(true) } ["error"]=> string(0) "" ["m"]=> string(0) "" ["p"]=> int(0) ["post_parent"]=> string(0) "" ["subpost"]=> string(0) "" ["subpost_id"]=> string(0) "" ["attachment"]=> string(0) "" ["attachment_id"]=> int(0) ["name"]=> string(0) "" ["pagename"]=> string(0) "" ["page_id"]=> int(0) ["second"]=> string(0) "" ["minute"]=> string(0) "" ["hour"]=> string(0) "" ["day"]=> int(0) ["monthnum"]=> int(0) ["year"]=> int(0) ["w"]=> int(0) ["category_name"]=> string(0) "" ["tag"]=> string(0) "" ["cat"]=> string(0) "" ["tag_id"]=> string(0) "" ["author"]=> string(0) "" ["author_name"]=> string(0) "" ["feed"]=> string(0) "" ["tb"]=> string(0) "" ["paged"]=> int(0) ["meta_key"]=> string(0) "" ["meta_value"]=> string(0) "" ["preview"]=> string(0) "" ["s"]=> string(0) "" ["sentence"]=> string(0) "" ["title"]=> string(0) "" ["fields"]=> string(0) "" ["menu_order"]=> string(0) "" ["embed"]=> string(0) "" ["category__in"]=> array(0) { } ["category__not_in"]=> array(0) { } ["category__and"]=> array(0) { } ["post__in"]=> array(0) { } ["post__not_in"]=> array(0) { } ["post_name__in"]=> array(0) { } ["tag__in"]=> array(0) { } ["tag__not_in"]=> array(0) { } ["tag__and"]=> array(0) { } ["tag_slug__in"]=> array(0) { } ["tag_slug__and"]=> array(0) { } ["post_parent__in"]=> array(0) { } ["post_parent__not_in"]=> array(0) { } ["author__in"]=> array(0) { } ["author__not_in"]=> array(0) { } ["ignore_sticky_posts"]=> bool(false) ["suppress_filters"]=> bool(false) ["cache_results"]=> bool(true) ["update_post_term_cache"]=> bool(true) ["lazy_load_term_meta"]=> bool(true) ["update_post_meta_cache"]=> bool(true) ["post_type"]=> string(0) "" ["posts_per_page"]=> int(10) ["nopaging"]=> bool(false) ["comments_per_page"]=> string(2) "50" ["no_found_rows"]=> bool(false) ["order"]=> string(4) "DESC" } ["tax_query"]=> object(WP_Tax_Query)#8738 (6) { ["queries"]=> array(0) { } ["relation"]=> string(3) "AND" ["table_aliases":protected]=> array(0) { } ["queried_terms"]=> array(0) { } ["primary_table"]=> string(10) "TEST_posts" ["primary_id_column"]=> string(2) "ID" } ["meta_query"]=> object(WP_Meta_Query)#8736 (9) { ["queries"]=> array(0) { } ["relation"]=> NULL ["meta_table"]=> NULL ["meta_id_column"]=> NULL ["primary_table"]=> NULL ["primary_id_column"]=> NULL ["table_aliases":protected]=> array(0) { } ["clauses":protected]=> array(0) { } ["has_or_relation":protected]=> bool(false) } ["date_query"]=> object(WP_Date_Query)#8737 (5) { ["queries"]=> array(4) { [0]=> array(6) { ["after"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "01" } ["before"]=> array(3) { ["year"]=> string(4) "2019" ["month"]=> string(2) "12" ["day"]=> string(2) "30" } ["inclusive"]=> bool(true) ["column"]=> string(9) "post_date" ["compare"]=> string(1) "=" ["relation"]=> string(3) "AND" } ["column"]=> string(9) "post_date" ["compare"]=> string(1) "=" ["relation"]=> string(3) "AND" } ["relation"]=> string(3) "AND" ["column"]=> string(20) "TEST_posts.post_date" ["compare"]=> string(1) "=" ["time_keys"]=> array(14) { [0]=> string(5) "after" [1]=> string(6) "before" [2]=> string(4) "year" [3]=> string(5) "month" [4]=> string(8) "monthnum" [5]=> string(4) "week" [6]=> string(1) "w" [7]=> string(9) "dayofyear" [8]=> string(3) "day" [9]=> string(9) "dayofweek" [10]=> string(13) "dayofweek_iso" [11]=> string(4) "hour" [12]=> string(6) "minute" [13]=> string(6) "second" } } ["request"]=> string(574) "SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS TEST_posts.ID FROM TEST_posts WHERE 1=1 AND ( ( TEST_posts.post_date >= '2019-12-01 00:00:00' AND TEST_posts.post_date <= '2019-12-30 23:59:59' ) ) AND TEST_posts.post_type = 'post' AND (TEST_posts.post_status = 'publish' OR TEST_posts.post_status = 'refunded' OR TEST_posts.post_status = 'failed' OR TEST_posts.post_status = 'revoked' OR TEST_posts.post_status = 'abandoned' OR TEST_posts.post_status = 'processing' OR TEST_posts.post_status = 'active' OR TEST_posts.post_status = 'inactive') ORDER BY TEST_posts.post_date DESC LIMIT 0, 10" ["posts"]=> array(2) { [0]=> object(WP_Post)#8743 (24) { ["ID"]=> int(1912) ["post_author"]=> string(1) "1" ["post_date"]=> string(19) "2019-08-27 08:00:00" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-08-27 06:00:00" ["post_content"]=> string(2007) "

Ragionare è faticoso. Costa fatica esaminare un fenomeno, identificarne gli elementi. Costa fatica immaginarsi una spiegazione su come avvenga, confrontare la nostra elaborazione con elaborazioni altrui. Costa fatica rimettere in discussione le nostre idee, costa fatica cambiarle. Per questo, che l'umanità in massa preferisca ubbidire a metaregole pensate e decise da qualcun altro, ripetute e diffuse col megafono, sentendosi comicamente anche tanto intelligente, è un fatto innegabile. Se queste metaregole gliele evidenzi tu, diventi un rompicoglioni. Anzi no, ora hanno coniato: "complottista", che li fa sentire ancora più intelligenti. Ma non posso farci niente, è più forte di me: io continuo a provare a stimolare forme di ragionamento. Persino qui, sui social, dove ragionare non è più soltanto una fatica, è diventato anche un peccato da nascondere.

Non è che pensi di salvare il mondo, soddisfo giusto me stesso. Chiariamo questo punto: non mi considero affatto un eroe. Ciascuno combatte per quello che nella sua mente ritiene degno motivo di combattere. Io non combatto né per le future generazioni né per degli ideali immacolati: combatto perché mi soddisfa combattere. Sono un egoista totale e consapevole e niente di ciò che compio nella mia vita sfugge a questa consapevolezza: qualsiasi cosa io faccia, la faccio perché farla soddisfa me stesso.

Se queste parole a qualcuno fanno impressione, è semplicemente perché ormai la sincerità è quasi insopportabile. Siamo tutti così abituati a raccontare l'un l'altro - soprattutto a noi stessi - balle raffinate e corrette che quando qualcuno tira fuori le cose esattamente come stanno sembra vi stia sparando. Beh, nel caso specifico non è aggressione: è onesta e legittima difesa.

" ["post_title"]=> string(20) "La fatica di pensare" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(20) "la-fatica-di-pensare" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-29 09:03:16" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-29 08:03:16" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(25) "http://stefano.re/?p=1899" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" } [1]=> object(WP_Post)#8744 (24) { ["ID"]=> int(1911) ["post_author"]=> string(1) "1" ["post_date"]=> string(19) "2018-09-16 08:00:00" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2018-09-16 06:00:00" ["post_content"]=> string(6839) "

Ti svelo un segreto, a te che sostieni l'obbligo vaccinale: il bersaglio di questa strategia, di tutta questa strategia, dalle epidemie con morti inventati fino dall'obbligo, dalla radiazione dei medici eretici alle esclusioni dagli asili, dai sindaci che invocano roghi a gelatai che vietano accessi, dai dottori arroganti che insultano genitori e pazienti dubbiosi fino ai NAS che indagano le autocertificazioni delle mamme - il bersaglio di tutto ciò non sono i no-vax. Dei no-vax non importa niente a nessuno: non contano nulla né commercialmente né politicamente né socialmente e non minacciano in alcun modo la salute pubblica. Una percentuale di cittadini che rifiutano di adeguarsi è del tutto fisiologica, in ogni tipo di società. Ci sono sempre stati, ci saranno sempre. Te li hanno sbandierati davanti al naso di proposito, come il drappo rosso davanti al toro. Non è a loro che puntano: il bersaglio sei tu.

Quello che vogliono è che tu, e decine di milioni di altre persone, seguiate un percorso mentale ben preciso, studiato a tavolino. Il percorso è questo:

Conclusione: io sono una brava persona intelligente = io sono a favore dell'obbligo vaccinale.

Domani, quando metteranno l'obbligo vaccinale anche per te, dirai: beh, certo, voglio continuare ad essere una brava persona intelligente, non voglio diventare di colpo un ignorante incivile antiscientifico.

Ma quello che di fatto stai accettando non ha NULLA a che fare con la Salute Pubblica, con la scienza o con i vaccini. Non riguarda alcuna malattia né la salvezza di alcun bambino. Quello che stai accettando è la cessione del diritto di violare l'integrità fisica del tuo corpo.

È il principio che lo Stato, ma più in generale una qualche “autorità competente”, basandosi su una qualche teoria che tu nemmeno devi comprendere, possegga il diritto di iniettare sostanze nel tuo corpo. Di sperimentare sul tuo corpo, col tuo corpo, nel tuo corpo. Il diritto di violare il tuo corpo, senza bisogno del tuo permesso. Persino se tu non sei d'accordo. Persino se ti opponi.

Se te lo avessero dichiarato subito in questi termini, prima di questa scemenza vaccinale, prima di farti conoscere e disprezzare i no-vax, prima di rimbambirti con bambini minacciati da epidemie fantasma e rischi di estinzione, avresti risposto: “manco per il cazzo”.

Invece, se non oggi, tra qualche mese o anno spesi a odiare i no-vax antiscientifici, e a convincerti che tu sei quello intelligente, preoccupato per bambini e immunodepressi, un cittadino modello per il bene dell'umanità, insomma dalla parte giusta – ecco, se non oggi, quando te la gireranno addosso, tu accetterai sorridendo.

I no-vax non accetteranno mai, ovviamente. Ma dei no-vax non gliene è mai fregato niente: sono pochi e non contano un cazzo. È te che volevano portare ad accettare questo, perché “te” significa decine di milioni di persone che invece di ribellarsi e lottare con tutte le loro forze per difendere il diritto all'inviolabilità del proprio corpo, come avrebbero fatto prima di tutta questa messinscena, dopo di essa si troveranno a gridare: “Sì! È giusto obbligare! Obbligatemi!”

Ovviamente lo faranno una categoria per volta. Hanno già cominciato a provarci, ma sono ancora dei test, giusto per saggiare il terreno, giusto per controllare le tue reazioni. Piccole spintarelle di prova. Infermieri, medici, maestri, cuochi delle mense, mestieri a contatto col pubblico... un gruppo per volta, per avere meno resistenza possibile, per poter continuare nel frattempo ad usare il coro rombante del resto del gregge, tutto impegnato a belare in coro: “ignorante, antiscientifico!” a chiunque provasse a sollevare dubbi, a dire che non è d'accordo. E se anche una piccola parte, magari una categoria intera, facesse marcia indietro, si ribellasse, sarebbe poca roba. Avrebbe contro tutti gli altri. Sarebbe comunque una piccola percentuale. Come i no-vax, non conterebbe un cazzo.

Mettilo bene a fuoco: lo scontro è stato creato per questo motivo. I “no-vax” c'erano già, i “pro-vax” non esistevano. Tutto questo bailamme è stato messo in piedi solo per crearli. Per farti schierare dove ti stai schierando.

Ve lo hanno persino dichiarato, nel modo più chiaro possibile. Vi hanno detto che siete un gregge. Vi hanno detto che dovete comportavi come un gregge. Vi hanno condotto a *volervi* comportare come un gregge.

E anche se ti parrà assurdo, i vaccini non c'entrano niente. Funzionano bene per questo processo, offrono gli elementi perfetti per spingerti a questa adesione, per fartela sembrare una “tua decisione”, ma non c'entrano niente. Come non c'entrano nulla la scienza o il senso civico o gli immunodepressi o la salute pubblica. Sono tutti soltanto strumenti per determinare un processo di modificazione percettiva di massa. Un processo il cui bersaglio siete voi.

Hanno fatto di voi stessi i fanatici sostenitori della violazione del vostro diritto sul vostro corpo. Vi hanno raggirati talmente bene che senza nemmeno capirlo sostenete e sollecitate la violazione del più fondamentale dei vostri diritti.

L'obiettivo di tutto questo teatro non è eradicare il morbillo.
È eradicare il diritto all'inviolabilità del proprio corpo.

Il bersaglio non sono mai stati i no-vax.
Il bersaglio sei sempre stato tu.


" ["post_title"]=> string(42) "Lettera a chi sostiene l'obbligo vaccinale" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(41) "lettera-a-chi-sostiene-lobbligo-vaccinale" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-29 10:38:13" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-29 09:38:13" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(25) "http://stefano.re/?p=1893" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" } } ["post_count"]=> int(2) ["current_post"]=> int(-1) ["in_the_loop"]=> bool(false) ["post"]=> object(WP_Post)#8743 (24) { ["ID"]=> int(1912) ["post_author"]=> string(1) "1" ["post_date"]=> string(19) "2019-08-27 08:00:00" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-08-27 06:00:00" ["post_content"]=> string(2007) "

Ragionare è faticoso. Costa fatica esaminare un fenomeno, identificarne gli elementi. Costa fatica immaginarsi una spiegazione su come avvenga, confrontare la nostra elaborazione con elaborazioni altrui. Costa fatica rimettere in discussione le nostre idee, costa fatica cambiarle. Per questo, che l'umanità in massa preferisca ubbidire a metaregole pensate e decise da qualcun altro, ripetute e diffuse col megafono, sentendosi comicamente anche tanto intelligente, è un fatto innegabile. Se queste metaregole gliele evidenzi tu, diventi un rompicoglioni. Anzi no, ora hanno coniato: "complottista", che li fa sentire ancora più intelligenti. Ma non posso farci niente, è più forte di me: io continuo a provare a stimolare forme di ragionamento. Persino qui, sui social, dove ragionare non è più soltanto una fatica, è diventato anche un peccato da nascondere.

Non è che pensi di salvare il mondo, soddisfo giusto me stesso. Chiariamo questo punto: non mi considero affatto un eroe. Ciascuno combatte per quello che nella sua mente ritiene degno motivo di combattere. Io non combatto né per le future generazioni né per degli ideali immacolati: combatto perché mi soddisfa combattere. Sono un egoista totale e consapevole e niente di ciò che compio nella mia vita sfugge a questa consapevolezza: qualsiasi cosa io faccia, la faccio perché farla soddisfa me stesso.

Se queste parole a qualcuno fanno impressione, è semplicemente perché ormai la sincerità è quasi insopportabile. Siamo tutti così abituati a raccontare l'un l'altro - soprattutto a noi stessi - balle raffinate e corrette che quando qualcuno tira fuori le cose esattamente come stanno sembra vi stia sparando. Beh, nel caso specifico non è aggressione: è onesta e legittima difesa.

" ["post_title"]=> string(20) "La fatica di pensare" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(20) "la-fatica-di-pensare" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-29 09:03:16" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-29 08:03:16" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(25) "http://stefano.re/?p=1899" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" } ["comment_count"]=> int(0) ["current_comment"]=> int(-1) ["found_posts"]=> int(0) ["max_num_pages"]=> int(0) ["max_num_comment_pages"]=> int(0) ["is_single"]=> bool(false) ["is_preview"]=> bool(false) ["is_page"]=> bool(false) ["is_archive"]=> bool(false) ["is_date"]=> bool(false) ["is_year"]=> bool(false) ["is_month"]=> bool(false) ["is_day"]=> bool(false) ["is_time"]=> bool(false) ["is_author"]=> bool(false) ["is_category"]=> bool(false) ["is_tag"]=> bool(false) ["is_tax"]=> bool(false) ["is_search"]=> bool(false) ["is_feed"]=> bool(false) ["is_comment_feed"]=> bool(false) ["is_trackback"]=> bool(false) ["is_home"]=> bool(true) ["is_privacy_policy"]=> bool(false) ["is_404"]=> bool(false) ["is_embed"]=> bool(false) ["is_paged"]=> bool(false) ["is_admin"]=> bool(false) ["is_attachment"]=> bool(false) ["is_singular"]=> bool(false) ["is_robots"]=> bool(false) ["is_posts_page"]=> bool(false) ["is_post_type_archive"]=> bool(false) ["query_vars_hash":"WP_Query":private]=> string(32) "52bc449b597bfa8674845300bab0420d" ["query_vars_changed":"WP_Query":private]=> bool(false) ["thumbnails_cached"]=> bool(false) ["stopwords":"WP_Query":private]=> NULL ["compat_fields":"WP_Query":private]=> array(2) { [0]=> string(15) "query_vars_hash" [1]=> string(18) "query_vars_changed" } ["compat_methods":"WP_Query":private]=> array(2) { [0]=> string(16) "init_query_flags" [1]=> string(15) "parse_tax_query" } }
Cerca.Re


Hai cercato Laqualunque
Nelle categorie: Eventi


  Ricerca Avanzata  


Risultati Ricerca
INTRO: Una introduzione alle basi del MF: realtà e identità, come si creano, come si modificano. Tra le altre cose, vedremo perché i ruoli BDSM sono modelli relazionali, come la comunicazione incide nella definizione dei ruoli, gli incidenti comunicativi e identitari della scena BDSM Durata: 8h...

INTRO: Una introduzione alle basi del MF: realtà e identità, come si creano, come si modificano. Tra le altre cose, vedremo perché i ruoli BDSM sono modelli relazionali, come la comunicazione incide nella definizione dei ruoli, gli incidenti comunicativi e identitari della scena BDSM Durata: 8h...

L’applicazione del Mindfucking e delle regole di metacomunicazione in ambito di sessualità alternativa e BDSM. Una introduzione alle basi del MF: realtà e identità, come si creano, come si modificano. Tra le altre cose, vedremo perché i ruoli BDSM sono modelli relazionali, come la comunicazion...

10/05/2015 @ 09:00 – 16:00 –

Sunto